Mena Uncovered: Judicial Watch rivela il rapporto segreto della CIA

Judicial Watch ha recentemente ottenuto nuovi documenti relativi al misterioso caso “Mena Airfield” in Arkansas, grazie ai quali è stato possibile fare più luce su ciò che è accaduto al Campo di Aviazione “Mena” e su ciò che l’allora Governatore Bill Clinton sapeva.

Strani eventi si sono svolti a Mena, una piccola città nel remoto Arkansas occidentale, negli anni ’80. Quando Bill Clinton divenne presidente.

Prove emerse suggeriscono che la CIA stava operando nell’area all’inizio degli anni ’80; che un grande contrabbandiere di cocaina ed armi si trovava nell’aerodromo e che l’esercito americano era in qualche modo coinvolto.

L’Amministrazione Clinton tuttavia sembrava aver eliminato preoccupazioni su Mena così come le invettive sul caso mosse dai Repubblicani.

In una conferenza stampa del 1994, nella sua unica dichiarazione su Mena, il presidente Clinton evitò una domanda su ciò che sapeva quando era governatore. Le autorità federali “non mi hanno detto nulla al riguardo”, ha disse, osservando che gli eventi “erano principalmente di competenza della giurisdizione federale”. Ha aggiunto, “non avevamo nulla – zero – a che fare con esso.”

Nel 1996, il comitato bancario della Camera ha chiesto alla CIA di riferire in merito al suo coinvolgimento in relazione al Campo di Aviazione di Mena e se avessero alcun legame con il riciclaggio di denaro, il traffico di stupefacenti o il contrabbando di armi nella zona. Il rapporto della CIA ha ricevuto una classificazione “segreta” e non è stato reso pubblico. In una breve dichiarazione pubblica, la CIA ha affermato di non avere alcun collegamento con attività illegali nella regione, ma ha partecipato a una “operazione di addestramento congiunto con un’altra agenzia federale” e ha condotto presso il Mena Airfield “servizi di routine relativi all’aviazione su apparecchiature di proprietà dalla CIA. “

Ed è qui che è finita la risposta ufficiale del governo.

Fino ad ora.

In risposta alla pressione sulla libertà di informazione da parte di Judicial Watch, la CIA ha rilasciato una versione altamente redatta del Rapporto Mena completo. Puoi leggere il rapporto segreto ottenuto da Judicial Watch qui .

Bill Clinton quasi certamente sapeva di più su Mena di quanto avesse suggerito nel 1994. Clinton ha affermato che le autorità federali “non me ne hanno parlato” riuscendo così ad schivare ulteriori imbarazzi in modo intelligente.

La novità consiste nel fatto che il rapporto rileva che “alcuni funzionari statali e locali dell’Arkansas sono stati informati” delle attività della CIA a Mena.

Per la prima volta, apprendiamo che un funzionario del quale viene tenuto riservato il nome “ha informato personalmente il supervisore del distretto di polizia statale dell’Arkansas, il sindaco di Mena, il capo della polizia di Mena, lo sceriffo della contea e la persona responsabile delle operazioni Aeroporto di Mena Intermountain” sull’esercizio di allenamento congiunto con la CIA.

Ora, nell’Arkansas negli anni ’80, il governatore Clinton era famoso per essere molto informato su tutto ciò che accadeva nello stato. Si può scommettere che il supervisore della polizia di stato, il sindaco, il capo della polizia, lo sceriffo della contea o il direttore dell’aeroporto non appena informati si siano subito messi al telefono con il governatore Bill.

Che cosa ha detto quel funzionario “senza nome” alle autorità locali? Siamo spiacenti, è un elemento coperto dal segreto per motivi di sicurezza nazionale.

Un altro aspetto significativo del rapporto: chi era l’altra agenzia federale coinvolta in quell’esercizio di addestramento congiunto nei boschi dell’Arkansas? Era il dipartimento della difesa. Anche questo è un elemento di novità.

Il rapporto afferma che “la CIA ha partecipato a un esercizio di addestramento del Dipartimento della Difesa (DoD)”.

È possibile sapere le date di inizio e di fine esercitazioni? Siamo spiacenti, la data è stata redatta per motivi di sicurezza nazionale.

Cosa è successo esattamente durante quelle esercitazioni? Siamo spiacenti, anche queste informazioni sono riservate per motivi di sicurezza nazionale.

In effetti, praticamente tutte le sette pagine del rapporto della CIA che descrivono l’esercitazione congiunta del Dipartimento della Difesa vengono secretate.

Quali erano i “servizi di routine legati al Campo di Aviazione di Mena” condotti sulle apparecchiature della CIA? Siamo spiacenti, riservato per motivi di sicurezza nazionale, tutte e quattro le pagine.

Il rapporto prende in considerazione anche il coinvolgimento del trafficante di droga internazionale Barry Seal con la CIA.

Il nome di Barry Seal è legato al Campo di Aviazione di Mena secondo molte elaborate leggendarie teorie, incluso il fatto che le armi venivano spedite dalla Air America e Barry Seal ai Contras contrari al regime sandinista nicaraguense e gli aerei anziché tornare vuoti, venivano riempiti di cocaina, i cui proventi servivano a finanziare operazioni “clandestine”.

Non c’è dubbio che Seal fosse un trafficante di droga colluso con il mercato del contrabbando di armi. Nel 1986, sicari colombiani lo uccisero a Baton Rouge. Mesi dopo, un aereo C-123 di sua proprietà fu abbattuto sul Nicaragua con un carico di armi destinato ai Contras.

La CIA ha negato una connessione Seal, dicendo che “non è mai stato impiegato dalla CIA a qualsiasi titolo”. Tuttavia ci sono dei legami mai chiariti con il Governo, sostenuti dalla DEA.

È possibile sapere di quali attività si occupasse Barry Seal al Campo di Aviazione di Mena? Le successive 28 pagine del rapporto della CIA sono vuote, oscurate per motivi di sicurezza nazionale.

Nonostante ampie omissioni per motivi di sicurezza nei report desecretati, gli appassionati della misteriosa Mena possono apprendere alcune cose interessanti dal rapporto della CIA.

Ad esempio che Bill Clinton probabilmente sapeva molto di più di quanto abbia ammesso di sapere. Che un gran numero di funzionari dell’Arkansas erano consapevoli che qualcosa di strano stava succedendo a Mena. Che la CIA abbia partecipato con il Dipartimento della Difesa a un esercitazione congiunta nei boschi dell’Arkansas. E che la CIA abbia operato per un vasto lavoro di manutenzione di aeromobili presso l’aeroporto di Mena.

Apprendiamo anche che c’è ancora molto che il governo non vuole che sappiamo.

Quindi abbiamo chiesto alla CIA di condurre una revisione ufficiale della declassificazione del Rapporto Mena. Vogliamo il rapporto completo e non parziale. “Mena è un problema di lunga decorrenza”, afferma il presidente di Judicial Watch Tom Fitton. “Il rapporto Mena dovrebbe essere declassificato e rilasciato. Il pubblico merita risposte a ciò che è realmente accaduto a Mena”.

***

Micah Morrison è capo reporter investigativo di Judicial Watch.

#pizzagate: La senatrice dell’Arkansas stava per denunciare casi di pornografia di minori.

#pizzagate

L’FBI sostiene che la senatrice dell’Arkansas assassinata, aveva pianificato di denunciare dei casi di pornografia di minori.

L’FBI è intervenuto nelle indagini per omicidio dell’ex senatore dello stato dell’Arkansas, Linda Collins-Smith, in base a degli elementi emersi su ciò che la senatrice repubblicana stava indagando prima del suo orribile omicidio.

Collins-Smith è stata uccisa a colpi di arma da fuoco e il suo corpo è stato scoperto fuori da casa sua circa due ore a nord-est di Little Rock il 4 giugno. Ha subito ferite da arma da fuoco multiple.

Linda Collins-Smith

Un amica dell’amato senatore dello stato dell’Arkansas è stato formalmente accusato dell’omicidio. Rebecca Lynn O’Donnell, 48 anni, è stata accusata di omicidio, occultamento di cadavere e manomissione di prove per la morte di Collins-Smith.

Secondo quanto riferito, i documenti nel caso sono stati sigillati e la polizia ha rilasciato alcuni dettagli sulle circostanze della morte di Collins-Smith, che è stata eletta al senato di stato repubblicano nel 2014, perdendo però un’offerta di rielezione l’anno scorso. Il corpo dell’ex senatore è stato trovato in uno “stato avanzato di decomposizione” e le autorità hanno impiegato due giorni per identificare i resti usando i registri dentali, come affermato dal procuratore Henry Boyce.

Con un sospettato di omicidio già in custodia, tuttavia, fonti federali di polizia hanno rivelato che Collins-Smith, al momento della sua morte, stava indagando su casi di pornografia infantile collegati a un sindacato di tratta di minori in Arkansas.

“Aveva sviluppato queste informazioni attraverso contatti e persone molto vicine a lei”, ha detto una fonte delle forze dell’ordine. “Il piano era di renderlo pubblico o consegnarlo alle forze dell’ordine al di fuori dell’Arkansas.”

Le fonti dell’FBI non avrebbero riferito se l’ex senatore stava lavorando con l’FBI prima della sua morte. Anche i servizi segreti si sono interessati al caso, sebbene le fonti dell’FBI non abbiano circostanziato il ruolo del servizio segreto.


Le rivelazioni dell’intervento federale nel caso sono state rivelate nello show Intel di Thomas Paine . Paine ha recentemente trasmesso diversi esclusivi scoop dell’FBI nello show di Patreon .

Collins-Smith è stato un critico molto vocale del Dipartimento dei servizi umani dell’Arkansas e della sua unità di servizi di protezione dell’infanzia. Negli ultimi mesi, Collins-Smith stava indagando sull’agenzia corrotta per un programma di adozione pay-to-play con genitori adottivi, hanno detto fonti federali. Secondo i rapporti e le interviste, all’agenzia per la protezione dei minori dell’Arkansas mancano anche circa 40-50 milioni di dollari che secondo quanto riferito sono scomparsi.

Collins-Smith stava lavorando per rintracciare questi fondi, hanno detto gli addetti ai lavori. Una fonte federale ha affermato che i servizi segreti potrebbero concentrarsi sui fondi mancanti.

Secondo i media, la casa in cui è stato trovato il corpo di Collins-Smith appartiene anche al suo ex marito, descritto dal giornale come “Philip Smith, un giudice in pensione il cui distretto copriva la Contea di Randolph”.

Il caso è controverso, tanto più che senza spiegazioni, lo scorso dicembre, il pubblico ministero decise di abbandonare il caso contro Rebecca O’Donnell. La prossima udienza è stata fissata per il 27 ottobre 2020, sembra però che si stia facendo in modo di censurare le dichiarazioni dell’arrestata, la cui famiglia teme per la sua incolumità.

Source here.